giovedì, novembre 11, 2010

Transizione di fase: gli USA stanno fallendo


Mentre siamo indaffarati a parlare di Fini, di Casini e di puttane, la gente inizia ad avere fame ed ad incazzarsi veramente un po' ovunque in Italia e nel mondo. D'altronde, per chi l'avesse voluto vedere, tutto faceva presupporre un'evoluzione in questo senso già da diversi anni; ne è una testimonianza questo stesso blog.
L'originalità dell'Italia rispetto a questa situazione è che, mentre noi siamo fermi, o meglio regrediamo, ormai da 15 anni, politicamente ma soprattutto socialmente e mentalmente, il mondo si è mosso e continua a muoversi molto velocemente.
Ma dove sta andando?
Forse verso un precipizio o magari verso l'opportunità di un nuovo inizio.
In ogni caso, siamo sicuri di essere pronti a ciò che ci sta annunciando Giulietto Chiesa? O dovremo affrontare un risveglio ancora più improvviso e shoccante di quello degli altri popoli occidentali?

2 commenti:

Carlo ha detto...

Ma davvero non l'hanno detto in Italia dei 600 miliardi di dollari? Stasera era la prima notizia su France2 sul vertice del G20 (ma lo avevavo già detto giorni fa...)

VidiVici ha detto...

Alcuni TG di secondo piano l'hanno buttata lì tra una Ruby e una rivelazione sul caso Scazzi, senza alcun approfondimento